London Stock Exchange Group: presentata la prima guida ESG per le quotate

ESG Event LSEG

Sensibilizzare le società quotate sull’importanza di fornire informazioni dettagliate sugli aspetti ambientali, sociali e di governance (ESG, dall’inglese Environmental, Social and Governance) e coinvolgere gli investitori sul tema della sostenibilità: questo il duplice obiettivo di Your guide to ESG reporting, la guida elaborata dal London Stock Exchange Group e Borsa Italiana.

Il documento – presentato pubblicamente il 9 febbraio a Londra –è stato diffuso tra le oltre 2.700 società quotate sui mercati regolamentati britannico e italiano, per una capitalizzazione complessiva che si aggira intorno ai 5 miliardi di sterline. La guida contiene una serie di indicazioni per rendicontare e comunicare agli investitori informazioni quali l’impatto ambientale delle attività aziendali, il rispetto dei diritti dei lavoratori o le misure adottate in tema di corruzione e trasparenza.
Tra i principali argomenti approfonditi dalla pubblicazione, l’importanza dei fattori ESG per modelli e strategie di business, nonché la loro rilevanza (materiality) ai fini delle decisioni di investimento. La guida, inoltre, chiarisce quali caratteristiche devono avere i dati ESG da comunicare e fornisce alcuni modelli per la redazione dei report.

Perché è importante la reportistica di sostenibilità? L’iniziativa avviata dal London Stock Exchange Group e Borsa Italiana risponde al crescente interesse degli investitori verso un approccio più sistematico ed efficace da parte delle imprese alla reportistica di sostenibilità, ormai considerata un elemento fondamentale nel processo di valutazione degli investimenti. Sebbene la rendicontazione ambientale, sociale e di governance resti una pratica facoltativa, le aziende che non si allineano agli standard di informazione rischiano di perdere i capitali di investitori molto sensibili alle tematiche ESG, come sottolineato da Raffaele Jerusalmi, Amministratore Delegato di Borsa Italiana. L’attenzione degli investitori agli aspetti di sostenibilità, del resto, risponde a considerazioni di carattere non solo etico, ma anche economico-finanziario. Disporre di informazioni puntuali sulle performance ESG di un’azienda consente infatti di valutare più efficacemente la qualità del management, il livello di esposizione ad alcuni rischi (un esempio su tutti: quelli connessi al cambiamento climatico) e la capacità di cogliere le nuove opportunità di business legate ai processi di transizione ambientale e sociale in corso. In altre parole: una maggior accuratezza dell’informativa aziendale si traduce in una maggior qualità delle decisioni di investimento.

Iniziative come quella del London Stock Exchange Group, insomma, testimoniano quanto i temi della sostenibilità siano sempre più al centro della comunità finanziaria.

Qui è possibile scaricare la guida