Alleata Previdenza

Alleanza Assicurazioni, Gruppo Generali

Strategie di sostenibilità

Nome completo

Alleata Previdenza

Tipologia

PIP (Piano Individuale Pensionistico)

Criteri di sostenibilità

Nella gestione degli investimenti, Generali Italia ha sempre privilegiato la sicurezza e l’affidabilità dell’emittente, rifiutando pratiche prettamente speculative e prestando particolare attenzione ad evitare impieghi ad alto rischio sotto qualsiasi profilo, inclusi quello ambientale e sociale.
Con l’adesione, nel 2007, al Global Compact, l’iniziativa dell’ONU per la promozione e la diffusione di pratiche di sviluppo sostenibile, il Gruppo Generali – di cui Generali Italia fa parte – si è impegnato a integrare nelle proprie strategie, nelle politiche e nelle attività quotidiane dieci principi riguardanti i diritti umani, il lavoro, la tutela dell’ambiente e la lotta alla corruzione.
Il Gruppo ha quindi definito proprie linee guida etiche – che sono state formalizzate nel 2015 nel documento Responsible Investment Guideline – volte a evitare il rischio di contribuire indirettamente, attraverso la propria attività di investimento, a gravi atti contro l’umanità e/o l’ambiente.
In particolare, esse considerano ad alto rischio investimenti in strumenti finanziari emessi da aziende che, direttamente o attraverso imprese controllate: producono armi che nel loro uso normale possono violare principi umanitari fondamentali; sono coinvolte in gravi o sistematiche violazioni dei diritti umani, gravi danni ambientali, gravi episodi di corruzione, altre violazioni particolarmente gravi di norme etiche fondamentali.
A testimonianza del proprio impegno ad integrare nelle proprie scelte di investimento valutazioni sui comportamenti sociali, ambientali e di governance delle società emittenti, nel mese di giugno 2011 il Gruppo ha sottoscritto i Principles for Responsible Investment (PRI) supportati dall’ONU.
Nel 2011 il gruppo Generali è entrato a far parte dei gruppi di lavoro sui diritti umani e sull’ambiente costituiti nell’ambito del Global Compact Network Italia. Assicurazioni Generali è inoltre inclusa nei principali indici che considerano le performance socio-ambientali e di governance delle società , tra cui il FTSE4Good, STOXX ESG Leaders, MSCI Global Sustainability Index, Euronext Vigeo World 120 e ECPI Ethical Index Euro.

  • Esclusione: armi, violazione diritti umani, violazione diritti lavoratori, danni ambientali, corruzione
  • Convenzioni internazionali: UN Global Compact

Comparti

Alleata Garantita
Alleata Bilanciata
Alleata Azionaria

ANDP (31/12/2015) in Euro

Alleata Garantita: 2.010.266.814
Alleata Bilanciata: 170.081.029
Alleata Azionaria: 188.773.925

% del patrimonio investita secondo criteri SRI

100%

Benchmark

Alleata Garantita: tasso di rendimento medio dei titoli di Stato e delle obbligazioni
Alleata Bilanciata: 30% “MSC Europe (PI)” convertito in valuta locale 60% “J.P. Morgan Government EMU Bond Index”, 10% “J.P. Morgan EMU Cash a 3 mesi”
Alleata Azionaria: 50% “MSC Europe (PI)” convertito in valuta locale, 10% “Indice Standard & Poor’s 500 Composite (PI)” convertito in valuta locale, 5% “MSC Pacific”convertito in valuta locale, 25% “J.P. Morgan Government EMU Bond Index”, 10% “J.P. Morgan EMU Cash a 3 mesi”

Rendimenti

Alleata Garantita:
3 anni: 3.09% | 5 anni: 3,26%

Alleata Bilanciata:
3 anni: 4,52% | 5 anni: 4,02%

Alleata Azionaria:
3 anni: 6,33% | 5 anni: 4,58%

Costo annuale (TER)

Alleata Garantita:
2013: 2,71% | 2014: 2,54% | 2015: 2,42%

Alleata Bilanciata:
2013: 2,33% | 2014: 2,27% | 2015: 2,40%

Alleata Azionaria:
2013: 2,44% | 2014: 2,47% | 2015: 2,59%

I dati e le notizie contenuti nella presente sezione sono forniti con finalità esclusivamente informativa e non intendono in alcun modo costituire sollecitazione al pubblico risparmio nè promuovere alcuna forma di investimento o di collocamento di strumenti finanziari o di servizi di investimento o di prodotti/servizi bancari/finanziari/assicurativi. Prima di concludere una qualsiasi operazione sulla base delle informazioni ottenute - direttamente o indirettamente - attraverso il sito Investire Responsabilmente è opportuno rivolgersi alla propria banca o ad altro intermediario finanziario autorizzato, al fine di valutare la completezza, l'esattezza e l'aggiornamento di tali informazioni e di acquisire ogni elemento necessario per valutare in modo corretto il rischio relativo e l'adeguatezza dell'investimento in relazione agli obiettivi d'investimento, alla propensione al rischio e alla situazione finanziaria personale. La lista dei prodotti di investimento si riferisce unicamente ai fondi autorizzati alla vendita in Italia. Il sistema di raccolta delle informazioni è in una fase iniziale di implementazione; in tale fase, sono stati presentati i prodotti SRI offerti da gestori italiani e dai gestori esteri che abbiano fornito informazioni al network di riferimento del Forum per la Finanza Sostenibile.