La svolta sostenibile della Cassa degli Psicologi

head_tree_by_tusar4rsd-d4qsc3m

La notizia è stata diffusa pochi giorni fa sul sito web dell’ente, a firma del Vicepresidente Federico Zanon: ENPAP, l’Ente Nazionale di Previdenza ed Assistenza degli Psicologi, ha completato il processo di rinnovamento della gestione degli investimenti introducendo una serie di novità molto interessanti.
Il primo elemento di innovazione riguarda il veicolo di investimento: un terzo del patrimonio dell’ente sarà gestito da una SICAV (Società di Investimento a Capitale Variabile) di diritto lussemburghese costruita da UBS.
La SICAV, che ha raccolto i primi risparmi a inizio dicembre 2015, si chiama PSY Enpap, una sigla che sta per “Psychology for Sustainable Yield”.I quattro sotto-comparti del veicolo saranno infatti gestiti secondo criteri di sostenibilità, da asset manager selezionati per l’attenzione alle tematiche socio-ambientali. Per la parte azionaria (210 milioni di euro) sono state selezionate la canadese Agf management e la tedesca Quoniam asset management, mentre la parte obbligazionaria (140 milioni di euro) sarà affidata a Bny Mellon e Morgan Stanley.
Tutte le società citate hanno sottoscritto i Principi per l’Investimento Responsabile e si sono impegnate a prendere in considerazione criteri ESG nella selezione degli emittenti.
La Cassa ha anche compiuto un importante passo avanti in termini di trasparenza, pubblicando in una sezione dedicata del sito web istituzionale le modalità di gestione del patrimonio e l’asset allocation.
Come recita il titolo della notizia sul sito web di ENPAP: il futuro è cominciato!